E adesso, pover’uomo?

In Germania, durante la grande crisi economica seguita alla prima guerra mondiale, un commerciante di grano assume un giovane commesso, che ritiene il marito ideale per la figlia. Quando scopre però che è già sposato lo licenzia. Il giovane, assieme alla moglie, è costretto a trasferirsi a Berlino. Un film doppiamente importante: per le sue qualità artistiche – ottime la regia di Borzage e le interpretazioni dei due protagonisti – e perché fu il primo film Hollywoodiano ad occuparsi delle condizioni che in Germania permisero l’ascesa al potere di Hitler. (andrea tagliacozzo)

È arrivata la felicità

arner. Cooper è Longfellow Deeds, ereditiero di 20 milioni di dollari che vuole donare tutti i suoi averi ai bisognosi. La Arthur è affascinante nel ruolo della dura giornalista di città che cerca di capire cosa lo fa muovere a comportarsi così. Capra vinse il suo secondo Oscar per questa pellicola irresistibile, sceneggiata da Robert Riskin e tratta dal racconto di Budington Kelland, Opera Hat. In seguito ne venne fatta anche una breve serie televisiva. Rifatto nel 2002.

È arrivata la sposa

Lo svampito Smothers trasforma in un casino la festa di matrimonio della figlia divertendosi con una spigliata modella degli anni Venti (Twiggy), che lui stesso ha evocato e che solo lui può vedere. Una farsa che non fa ridere, e che si riavviva solamente nei circa 45 secondi in cui Smothers e Twiggy sono in sintonia e ripropongono la coppia Astaire-Rogers in maniera stravagante. Dalla farsa West End (1974) di Ray Cooney e John Chapman.

È arrivato lo sposo

In questa commediola musicale, Crosby si fa in quattro per impedire all’ex fidanzata (Wyman) di impalmare il ricchissimo Tone. Le comparsate eccellenti abbondano: da segnalare Louis Armstrong, Dorothy Lamour, Phil Harris e Cass Daley. C’è anche un brano da Oscar: In the Cool, Cool, Cool of the Evening.

E Dio creò la donna

Variazione sorprendentemente tiepida di Vadim sul tema del suo famoso film-scandalo del tempo che fu. La viziosa DeMornay sposa il falegname Spano solo per poter uscire di prigione, ma intanto flirta con il candidato governatore Langella. Piuttosto simile a Overboard — Una coppia alla deriva con Goldie Hawn. Pessima la sottotrama rock’n’roll.

È fuggita una stella

Insipido racconto con una giovane star del cinema (Powell, al suo debutto) che si ribella, fugge e si unisce al Ccc (Civilian Conservation Corps), a raccogliere pomodori e a mescolarsi con ragazzi “normali”. Duro da sopportare, se non fosse per qualche numero musicale e la presenza di Fields e della sua legnosa nemesi di sempre, McCarthy.