Suore in fuga

A Londra, Brian e Charlie, gangster di mezza tacca al servizio di un criminale senza scrupoli, fuggono con il malloppo sottratto alla mafia cinese. Inseguiti dagli orientali e dagli uomini dell’ex boss, i due compari si rifugiano in un convento, travestendosi da suore. A tratti divertente e non privo di ritmo, il film non regge certo il confronto con
Un pesce di nome Wanda
di John Cleese e Charles Crichton, al quale sembra vagamente ispirato (non a caso Eric Idle, come Cleese, proviene dalle fila del gruppo comico inglese dei Monty Python).
(andrea tagliacozzo)