La casa nera

Nella speranza di aiutare la madre malata e di prevenire lo sfratto da una topaia in un ghetto, un tredicenne (Adams) si ritrova intrappolato nella bizzarra dimora dei loro folli e assassini padroni di casa (McGill e Robie). Questo horror molto strano (con occasionali tocchi di commedia) si rivela essere una parabola sociale sullo sfruttamento dei meno abbienti da parte dei più facoltosi. Ambizioso ma estremamente disomogeneo.