Il colore viola

Dal romanzo di Alice Walker vincitore del premio Pulitzer. Agli inizi del Novecento, nel profondo Sud degli Stati Uniti, l’esistenza di Celie, una mite donna di colore, è resa difficile dai soprusi e dalle violenze del marito, Albert. L’uomo insidia Nettie, sorella minore di Celie, ma la ragazza lo respinge. Prima vera incursione di Steven Spielberg nei territori del dramma puro, il film non ottenne il successo che meritava, né tantomeno alcun riconoscimento ufficiale: candidato a 11 premi Oscar, non riuscì ad aggiudicarsi nemmeno una statuetta. Ottime l’interpretazione della Goldberg, al suo secondo film, e la regia di Spielberg, che riesce a coniugare magistralmente le esigenze dello spettacolo con la natura intima del racconto. (andrea tagliacozzo)