L

L’Age d’or

Ci sono vescovi che si trasformano in scheletri e mucche che vagano per la camera da letto nel secondo film di Luis Buñuel, capolavoro surrealista scritto insieme a Salvador Dalì. Manifestanti di destra causarono disordini alla prima (e per molto tempo, unica) proiezione pubblica. L’anticlericalismo del film gli procurò la messa al bando decennale da parte della censura. Oggi, se non più scioccante, è quantomeno affascinante.

Scroll Up