Diavolo in corpo

Bellocchio rigira e aggiorna il classico francese del 1946 nel suo percorso di studio della pazzia. L’olandese Detmers buca lo schermo con la sua straordinaria bellezza, divisa fra il fidanzato terrorista (De Torrebruna) e un bel giovanotto (Pitzalis). A quanto pare, si tratta del primo film destinato alla grande distribuzione in cui una rispettabile attrice è stata coinvolta in una scena di sesso esplicitamente pornografica. Disponibile in diverse versioni, più o meno censurate.