Bolgia dei vivi, La

Un presuntuoso teppista (Bogart) prende sotto la sua protezione l’arrabbiato e impressionabile Halop, guidandolo verso un mucchio di problemi. Un eccesso di melodrammaticità rovina tutto.