Tiffany memorandum

Il corrispondente da Parigi di un grande giornale statunitense, assiste involontariamente all’assassinio di un uomo politico sudamericano. Spinto dalla curiosità professionale, comincia a indagare per suo conto alla ricerca dei responsabili. Banale film di spionaggio. Dietro lo pseudonimo del regista Hathaway si nasconde l’italiano Sergio Grieco.
(andrea tagliacozzo)

L’assassinio di Trotsky

Joseph Losey racconta alla sua maniera i fatti che nell’agosto 1940 portarono all’assassinio del grande avversario di Stalin, Leone Trotsky (Richard Burton), per mano del misterioso Frank Jackson (Alain Delon). Non è uno dei migliori film del regista, anche se non mancano i buoni momenti e alcuni spunti interessanti (come la figura dell’assassino, ben interpretato da Delon).
(andrea tagliacozzo)