D’Annunzio

Un ritratto di Gabriele D’Annunzio nel periodo della sua vita che va tra i 25 e i 30 anni, quando è giornalista, critico d’arte, scrittore di opere scandalistiche e cronista mondano. Benché sposato, padre e con un altro figlio in arrivo, D’Annunzio affascina le donne con i suoi modi seducenti. Dalla biografia del poeta scritta da Piero Chiara, un film patinato, eccellente sul versante della fotografia e del décor, ma completamente nullo in tutto il resto.
(andrea tagliacozzo)

Abbronzatissimi

A Rimini, in piena estate, s’intrecciano numerose vicende: un cantante corteggia la moglie del proprietario di uno stabilimento balneare; due operai, che si spacciano per facoltosi industriali, vengono truffati da una coppia di ragazze; una giovane, innamoratasi del medico del pronto soccorso, si provoca una congestione per poterlo avvicinare; una prostituta approfitta della vacanza per fare degli straordinari. Commedia sciatta e senza idee, che si snoda stancamente in una serie di situazioni già viste e riviste. (andrea tagliacozzo)