Bachecha-Ye aseman

La struggente storia di un ragazzino che cerca di sostituire le scarpette rosa della sorella, appena riparate. È stato il primo film iraniano a concorrere per l’Oscar come miglior film in lingua straniera, e se lo merita assolutamente: un racconto semplice che mostra l’importanza della famiglia, della perseveranza e dell’onore raccontando la storia di un bambino di otto anni che cerca — tentativo apparentemente impossibile — di rimediare al suo unico danno. Consigliato sia ai bambini che agli adulti. Titolo internazionale: The Children of Heaven.