Vie della violenza, Le

Due giovani criminali rapiscono quella che loro credono la madre del figlio di un milionario, e invece si ritrovano in una situazione più grossa di loro. Un film opaco, spesso confuso ed estremamente violento, con alcune scene di viscere che vanno in pezzi; ma, a dispetto di una narrazione pretenziosa, non c’è un punto preciso. Debutto cinematografico per McQuarry, sceneggiatore di I soliti sospetti.