Non siamo angeli

Tre detenuti evadono rocambolescamente dal carcere, poi si separano. Jim e Ned, bonaccioni e inoffensivi rispetto al più malvagio Bobby, arrivano in un sperduto paesino dove vengono scambiati per due sacerdoti. Remake dell’omonimo film di Michael Curtiz, girato nel ’55 con Humphrey Bogart e Peter Ustinov, con numerose variazioni rispetto all’originale. Poco riuscito, nonostante i grandi nomi messi in campo, tra i quali David Mamet, autore della sceneggiatura. De Niro, tutto mossette, gigioneggia senza controllo, mentre Penn, leggermente superiore al collega, sembra in più di un’occasione fargli il verso. Incolore la regia di Neil Jordan, al secondo flop consecutivo dopo il sottovalutato High Spirits.
(andrea tagliacozzo)