D’Annunzio

Un ritratto di Gabriele D’Annunzio nel periodo della sua vita che va tra i 25 e i 30 anni, quando è giornalista, critico d’arte, scrittore di opere scandalistiche e cronista mondano. Benché sposato, padre e con un altro figlio in arrivo, D’Annunzio affascina le donne con i suoi modi seducenti. Dalla biografia del poeta scritta da Piero Chiara, un film patinato, eccellente sul versante della fotografia e del décor, ma completamente nullo in tutto il resto.
(andrea tagliacozzo)

Io, Caligola

Il primo porno da 15 milioni di dollari dell’industria cinematografica (senza considerare i video) – prodotto da “Penthouse” e ambientato nella Roma del I secolo D.G. (Dopo Guccione) – segue lo spietato imperatore attraverso una serie infinita di decapitazioni e sbudellamenti. L’impudenza e sei minuti di metraggio hard-core non male gli valgono la mezza stella per l’accuratezza, ma parecchi spettatori lo troveranno (a ragione) ripugnante. Inoltre, Jay Robinson impersona molto meglio Caligola in La tunica e I gladiatori. Successivamente distribuito in una versione da 105 minuti, vietata ai minori di 17 anni e considerevolmente manipolata.