Submarino

Due fratelli combattono sin da piccoli contro una vita dura e spietata. Dalla morte del fratellino per colpa della trascuratezza della madre, fino a un’esistenza segnata anche da adulti dalla solitudine e dalla dipendenza da droga ed alcol, la loro vita è una sfida continua per trovare la forza di reagire ed una via di fuga da ciò che sono diventati. Per questo cercano, dopo diversi anni, di ristabilire un contatto l’uno con l’altro e di dare una vita normale almeno al nipotino Martin.

Tornando a casa per Natale

Il film, tratto da una selezione di racconti brevi del norvegese Levi Henriksen, “Only Soft Presents Under the Tree”, narra la storia di un gruppo di persone di una piccola cittadina immaginaria le cui vite si intrecciano. Facendo seguito al prologo, ambientato a Wartown, in ex Yugoslavia, il film segue diverse forme di celebrazioni del Natale nella cittadina norvegese di Skogli. Tra le storie, ci sono quella di un uomo che si traveste da Babbo Natale per rivedere la ex moglie e i figli senza essere riconosciuto, di un vecchio asso del calcio alcolizzato che vuole tornare a casa per le vacanze, di una donna che crede che l’amante sposato lascerà finalmente la moglie dopo Natale, di uno studente che finge che la famiglia protestante non festeggi il Natale per stare con la graziosa compagna di classe musulmana e di una coppia serbo-albanese dal passato oscuro, chiusa in un cottage isolato.