Gervaise

Una straordinaria Maria Schell (vincitrice delle Coppa Volpi al Festival di Venezia) veste i panni di Gervaise in questa elegante trasposizione cinematografica de «L’assommoir» di Emile Zola. Nella seconda metà dell’Ottocento, una ragazza di campagna, minata nel fisico ma non nella voglia di vivere, si trasferisce a Parigi con l’intenzione d’aprire una lavanderia. Si sposa con un onesto falegname, ma questi, in seguito a un incidente sul lavoro, diventa alcolizzato. (andrea tagliacozzo)

Legittima difesa

Un uomo, sposato con una cantante di tabarin, decide di eliminare un attempato dongiovanni che insidia la donna. Quando va per ammazzarlo, lo trova già morto e i sospetti cadono immediatamente su di lui. Graffiante dramma sociale, considerato uno dei vertici del cinema realista francese, superbamente interpretato da Louis Jouvet.
(andrea tagliacozzo)