Tarzan

Esuberante ripresa Disney del classico eroe di Edgar Rice Burroughs, con messa in scena brillante, favolose canzoni (di Phil Collins) e personaggi piacevoli (soprattutto Jane, alla quale la Driver presta, nella versione originale, una voce divertente e vivace). La sceneggiatura, che riguarda un cacciatore avido e esaltato, appare troppo convenzionale e prevedibile se confrontata a tutte le innovazioni visive e alle pregevoli creazioni che la circondano. Oscar alla miglior canzone, You’ll Be in My Heart. Ha generato un sequel, uscito direttamente in homevideo, e una serie televisiva.

Insonnia d’amore

Una donna che si è appena fidanzata sente in un programma alla radio un vedovo che parla della moglie scomparsa e vuole assolutamente incontrarlo, convinta che lui possa essere l’uomo del suo destino. Dolce commedia romantica, con due protagonisti perfetti, anche se le ripetute allusioni al vecchio strappalacrime Un amore splendido fanno venire il dubbio che l’unico modo per creare storie d’amore vecchia maniera in un film degli anni Novanta sia evocare un prodotto dell’epoca d’oro di Hollywood. Cosceneggiato dalla Ephron, due nomination agli Oscar.

Occhio al testimone

Sequel di Sorveglianza… speciale, piacerà ai fan del primo film; chi invece stesse cercando una pellicola di sostanza, non la troverà. In ogni caso, ecco un’altra avventura per la coppia di poliziotti inetti interpretata da Dreyfuss ed Estevez, stavolta alle prese con il malvagio; insieme a loro, l’assistente O’Donnell, insieme al suo cane. La scena più divertente è certamente quella in cui una cena va di male in peggio, fino a rendere isterici i commensali. Madeleine Stowe (co-protagonista del film originale) appare brevemente, non accreditata.