Non stuzzicate la zanzara

L’irrequieta Rita scappa dal collegio assieme a Paolo, un giovane professore che insegna nello stesso istituto, per partecipare a una competizione canora. Ma il padre della ragazza è decisamente contrario. Sequel di Rita la zanzara, altrettanto sciocco e mediocre. Nel ’72, dopo un intervallo di cinque anni, la Wertmüller tornò dietro la macchina da presa per dirigere Giannini nel suo primo, grande successo: Mimì metallurgico. (andrea tagliacozzo)

Rita la zanzara

In un collegio femminile, la vivace Rita è segretamente innamorata di Paolo, il giovane e timido insegnante di musica. Introdottasi di nascosto nella camera del professore, la ragazza scopre che questi compone canzoni beat. Terzo film di Lina Wertmüller che dirige dietro lo pseudonimo inglese di George Brown questa commediola costruita su misura per il personaggio di Rita Pavone. (andrea tagliacozzo)

Rita la figlia americana

Serafino, ex direttore di banda a Torre Annunziata, attende l’arrivo della figlia adottiva, un’orfanella cilena che spera di instradare nel mondo della musica classica. Ma la ragazza, appassionata di musica leggera, non ne vuole affatto sapere. Uno degli ultimi film di Totò. La sua vena comica, tutt’altro che appannata, salva la pellicola dalla più totale mediocrità. Del cast del film fa parte anche il gruppo beat dei Rokes, all’epoca popolarissimo fra i giovani. (andrea tagliacozzo)