Verso il sole

Il brillante ma insensibile dottore Harrelson viene preso in ostaggio dal sensibile ma morente ragazzo di strada Seda ed è costretto a portarlo nel sud ovest a cercare un lago di rinascita spirituale. Strampalato pasticcio che cerca di toccare tutti i temi più in voga, mescolando misticismo degli indiani d’America, teorie New Age e i cliché dei film-in-coppia nel formato di un “road movie”. Harrelson e Seda sono bravi, la Bancroft è sprecata. Panavision. NOminato alla Palma d’Oro a Cannes.

Il siciliano

Spinto da nobili ideali, Salvatore Giuliano usa le sue imprese criminose per opporsi allo strapotere della mafia, dell’aristocrazia e del clero. Sulla base romanzo di Mario Puzo, Michael Cimino realizza un ritratto molto personale, anche se poco attendibile, del famoso bandito siciliano. Il talento visivo del regista è evidente in più di una sequenza, anche se certe ingenuità (tipo le scritte in inglese, come Long Live to Salvatore Giuliano , in un film ambientato in Sicilia) sono difficilmente perdonabili. Così come è difficilmente spiegabile la scelta dello statico Lambert nei panni del protagonista. (andrea tagliacozzo)