L’avventuriero di Burma

La coppia Stanwick-Ryan, già nobilitata da Fritz Lang ne
La confessione della signora Doyle
del 1952, torna in un’avventura ambientata nell’esotica Birmania, dove il protagonista (Ryan) è un uomo che si trova coinvolto in strani commerci ed è ingiustamente braccato dalla legge. Il film, comunque, non è all’altezza del cast e del suo regista.
(andrea tagliacozzo)

Scorciatoia per l’inferno

Un affarista senza scrupoli assolda un giovane sicario, Kyle, per far fuori due pericolosi testimoni. Una volta compiuta l’impresa, l’uomo, tramite la polizia, tenta di sbarazzarsi anche del killer, ma questi riesce a fuggire. Unico film diretto da James Cagney, tratto da This Gun For Hire , il romanzo di Graham Greene che già nel ’42 aveva ispirato Il fuorilegge di Frank Tuttle. Inferiore alla precedente versione, ma tutto sommato una pellicola dignitosa. (andrea tagliacozzo)

La principessa di Bali

Penultimo episodio (l’unico a colori) della lunga serie Road to… interpretata dal terzetto Hope-Crosby-Lamour dal 1940 al 1962. George e Harold, attori di vaudeville che vivono in Australia, vengono ingaggiati dal principe Klen Arok per per ripescare un tesoro affondato al largo dell’isola di Bali. Giunti a destinazione, dopo una serie di contrattempi, George e Harold apprendono dalla principessa Lalah, vera proprietaria del tesoro, che l’impresa è assai rischiosa. I due si innamorano dellla principessa, che è più incline a George, ancge se Harold… Moderatamente divertente. Gli episodi precedenti, però, erano decisamente migliori. Una carrellata di guest star da brivido. (andrea tagliacozzo)