In licenza a Parigi

Paul, giovane caporale americano, vince una licenza premio a Parigi in compagnia di una procace attrice argentina. Per evitare episodi incresciosi, lo Stato maggiore decide di mettergli alle costole il tenente donna Vickie Loren, impedendo così al povero soldato di rimanere solo con la diva. Commedia briosa, sostenuta da un Tony Curtis in stato di grazia e da una deliziosa Janet Leigh nei panni del militare in gonnella.
(andrea tagliacozzo)

Divertiamoci stanotte

Un attore di varietà, perfettamente somigliante a un celebre aviatore, si sostituisce a quest’ultimo durante una festa creando un mare di equivoci. Rifacimento di
Folies Bergère
, diretto nel 1935 da Roy Del Ruth, e
Una notte a Rio
, realizzato dieci anni prima da Irvin Cunmmings. L’intreccio del film è convenzionale, ma sufficiente a far scatenare il geniale Danny Kaye, strepitosamente divertente nel duplice ruolo. Nella filmografia del comico americano, il tema del sosia, già parzialmente usato in
L’uomo meraviglia
, tornerà nel 1961 in
Un generale e mezzo
.
(andrea tagliacozzo)

Ragazza Made In Paris

Divenuta la direttrice del negozio d’abbigliamento dove lavorava come commessa, una ragazza americana si reca a Parigi. Gli incontri con un famoso sarto francese e con un giornalista, fraterno amico del suo fidanzato, mettono in subbuglio la vita sentimentale della giovane. Film modesto e senza pretese ma tutto sommato piacevole, in gran parte incentrato sull’avvenenza e la bravura della protagonista, Ann-Margret (che in realtà si chiama Ann Margret Holsson ed è nata in Svezia nel 1941).
(andrea tagliacozzo)

La venticinquesima ora

Nel 1940, in Romania, un contadino viene deportato come ebreo perché il capo della polizia vuole rubargli la giovane sposa. Riesce a scappare a Budapest, ma, nuovamente arrestato dai nazisti, se la cava solo accettando di entrare nelle SS. Un film intrigante, ma non completamente riuscito, nonostante il notevole apporto degli interpreti. Le musiche sono di Georges Delerue, collaboratore abituale del regista Truffaut.
(andrea tagliacozzo)

Lady L

Sesta regia dell’attore inglese Peter Ustinov. Durante il periodo napoleonico, la giovane lavandaia Louise s’innamora di Armand, ladro dal cuore tenero, braccato dalla polizia di Parigi. Fugge con l’uomo in Svizzera per rifarsi una vita, ma l’irrequieto Armand entra a far parte di una organizzazione terroristica che vuole uccidere il re di Baviera. A dispetto dei grandi nomi del cast, un film non molto riuscito. (andrea tagliacozzo)