Il turno

Pepè Alletta, spiantato nobile siciliano, s’innamora della bellissima Stellina Ravì, che può ammirare solo con un binocolo perché segregata in casa dal padre. Ma a sposare la bella giovane è invece il vecchio e decrepito Don Diego Alcozer, da tempo pretendente alla sua mano. Tratto dal romanzo di Pirandello, originariamente ambientato agli inizi del Novecento, e trasportato negli anni Cinquanta dagli autori del film. Nonostante il cast, un guazzabuglio quasi inguardabile.
(andrea tagliacozzo)

Come tu mi vuoi

Riduzione cinematografica della commedia di Luigi Pirandello, il film narra la vicenda di una donna sposata, vittima di una amnesia, che cerca di ricostruire la sua vita accanto al marito. Una delle migliori interpretazioni della Garbo, che comparve, per l’occasione, in una insolita versione bionda. Il film, purtroppo, non è invece all’altezza del talento dell’attrice, né tantomeno del testo di Pirandello.
(andrea tagliacozzo)