Coma profondo

A Boston, una dottoressa di un noto ospedale rimane perplessa quando un’amica, ricoverata per un’operazione d’aborto nello stesso istituto, entra in coma e poi muore. Indagando per suo conto, la donna scopre che si erano già verificati numerosi casi analoghi e inspiegabili. Dal romanzo di Robin Cook (adattato per lo schermo dal regista e scrittore Michael Chrichton), un thriller avvincente e ben costruito.
(andrea tagliacozzo)

Dentro la notizia

A Washington, l’attraente e ambizioso Tom viene assunto da una importante rete televisiva. Mentre si fa rapidamente strada in qualità di anchorman, s’innamora di Jane, la volitiva e brillante manager del network. Ottima confezione per un prodotto che intrattiene, diverte, ma alla fine si lascia dimenticare con altrettanta facilità. Eccellenti tutti gli interpreti, in particolare Albert Brooks nel ruolo del giornalista televisivo bravo ma di scarsa presenza. Unica nota stonata: il finale con i protagonisti che si rincontrano dopo sette anni. Candidato a sette premi Oscar nel 1987, il film non riuscì ad aggiudicarsi nessuna statuetta. (andrea tagliacozzo)