Quarantaduesima strada

La prima donna di una rivista musicale si rompe una gamba proprio la sera della prima. Il compito di sostituirla tocca a una giovane emozionatissima esordiente. Un film entrato nella leggenda, grazie alle canzoni di Harry Warren e Al Dubin (tra le quali Young and Healthy, You’re Getting to Be a Habit With Me e Shuffle Off to Buffalo ) e, soprattutto, alle stupefacenti coreografie di Busby Berkley. Quello stesso anno, Dick Powell e Ruby Keeler torneranno agli ordini di Lloyd Bacon in Viva le donne , un altro straordinario musical coreografato dal geniale Berkley. (andrea tagliacozzo)

La famiglia Sullivan

La vera storia patriottica ma romanzata dei fratelli Sullivan di Waterloo nello Iowa, che combatterono insieme nella seconda guerra mondiale. Conoscendo come va a finire la vicenda, è molto triste da guardare. I Sullivan sono interpretati da Edward Ryan, John Campbell, James Cardwell, John Alvin e George Offerman jr.

Il vendicatore

Storia arzigogolata ma divertente di un truffatore (Robinson) alla ricerca della “vera classe” nella vita. Quando tenta di ricongiungersi con la sua vecchia compagnia, viene cacciato cosicché si rifugia in un monastero per architettare la prossima mossa. Deliziosa la Sothern nella parte della fedelissima ragazza del protagonista.

Un bandito in vacanza

Robinson in gran forma comica nei panni di un gangster che inizia a rigare dritto quando finisce il proibizionismo. Questa spassoso adattamento della commedia di Damon Runyon e Howard Lindsay vede il produttore di birra Robinson fare bancarotta in una casa di vacanza piena di personaggi e di cadaveri. Rifatto con il titolo Quattro morti irrequieti.

Convoglio verso l’ignoto

Tributo al ruolo della marina mercantile durante la seconda guerra mondiale. Bogart e Massey interpretano due ufficiali, Hale e Levene due marinai, Clark fa la testa calda — come al solito — e la Gordon è la moglie di Massey. Anche in versione colorizzata. Una nomination agli Oscar.

La linea francese

Il petto della Russell in 3-D è stato lo stratagemma per vendere questo fiacco musical. Tutto quello che rimane è la storia piatta di una ricca ragazza texana a Parigi che viene corteggiata da un parigino. Meno male che ci sono le spiritosaggini della McCarty. Se sbattete le palpebre, potreste non vedere Kim Novak che fa la modella.

Caino e Adele

Un pubblicitario organizza una finta storia d’amore fra una stella di Broadway (Davies, fuori parte) e un campione dei pesi massimi (Gable), che si detestano reciprocamente. I numeri e una produzione gigantesca non aggiungono nulla a una trama scontata, salvata in qualche modo dalle briose battute degli attori di contorno. Una nomination agli Oscar.