La baia del tuono

In un paese della Louisiana, i pescatori locali di gamberi tentano di opporsi in ogni modo alle ricerche che Steve Martin, un ingegnere petrolifero, vorrebbe fare in mare. Episodio minore del binomio Mann-Stewart (regista e attore), iniziato nel ’50 con il memorabile
Winchester ’73
. Nello stesso anno i due realizzarono anche l’ottimo
Sperone nudo
.
(andrea tagliacozzo)

I cavalieri del Nord-Ovest

Dopo il massacro subito dal generale Custer, i pellirossa si ribellano in tutto il Nord Ovest. Un anziano capitano alla vigilia della pensione smorza la belligeranza di alcuni indiani rubando loro i cavalli con un audace colpo di mano. Secondo di tre film che John Ford dedicò alla cavalleria (gli altri due, realizzati nel 1948 e nel 1950, furono rispettivamente Il massacro di Fort Apache e Rio Bravo), nonché uno dei suoi migliori in assoluto. Splendida la fotografia a colori di Winton C. Hoch, vincitore del premio Oscar 1949. John Wayne, all’epoca quarantenne, si cala alla perfezione nella parte del capitano di sessant’anni.
(andrea tagliacozzo)

Poliziotto superpiù

Esposto alle radiazioni di un missile atomico, un poliziotto americano acquista prodigiosi superpoteri. Deciso a sbaragliare una banda di falsari, l’agente cade in una trappola tesagli dai criminali. Piuttosto banale sia nello spunto che nello svolgimento, il film si regge soprattutto grazie all’innata simpatia del protagonista, alfiere di un genere popolare che all’epoca stava lentamente avviandosi al tramonto. L’anno seguente, Terence Hill, sempre agli ordini di Sergio Corbucci, tornerà in coppia con Bud Spencer in
Chi trova un amico trova un tesoro
.
(andrea tagliacozzo)

Senza madre

Dave Jannings, uomo d’affari ricco e divorziato, non riesce a tenere testa al proprio viziatissimo figlio. Dopo averle tentate tutte per metterlo in riga, decide di iscriverlo alla scuola diretta da una giovane insegnante, Lidia Marble. Mentre i metodi della ragazza danno in poco tempo i suoi frutti, Dave s’innamora di lei. Se da un lato gli interpreti e il regista sono indubbiamente di tutto rispetto, dall’altro la prevedibilità della trama rende il film poco appetibile.
(andrea tagliacozzo)