Gli uomini preferiscono le bionde

Il rampollo di una ricca famiglia s’innamora di una ballerina, che vorrebbe sposare durante un viaggio in Europa, ma non ha fatto i conti con il padre, contrario alle nozze. La ragazza allora, per non sciupare i biglietti già acquistati, parte per Parigi con un’amica. Una straordinaria commedia musicale dal ritmo indiavolato in cui Howard Hawks usa al meglio la simpatia e il sex appeal della due protagoniste. Indimenticabile la Monroe che canta la famosa
Diamond Are a Girl’s Best Friend
. Tra le canzoni, spicca anche l’altrettanto celebre
Bye Bye Baby
.
(andrea tagliacozzo)

La linea francese

Il petto della Russell in 3-D è stato lo stratagemma per vendere questo fiacco musical. Tutto quello che rimane è la storia piatta di una ricca ragazza texana a Parigi che viene corteggiata da un parigino. Meno male che ci sono le spiritosaggini della McCarty. Se sbattete le palpebre, potreste non vedere Kim Novak che fa la modella.

Una giovane vedova

Nel tentativo di alleviare il dolore per la prematura scomparsa del marito, caduto in guerra, una giovane lascia la sua abitazione di campagna, densa di ricordi, per trasferirsi momentaneamente a New York, presso un’amica. Durante il viaggio, la ragazza riceve una corte pressante da parte di un aviatore. Melodramma piuttosto convenzionale che la Russell, bella ma un po’ modesta come attrice drammatica, non riesce a riscattare.
(andrea tagliacozzo)

La principessa di Bali

Penultimo episodio (l’unico a colori) della lunga serie Road to… interpretata dal terzetto Hope-Crosby-Lamour dal 1940 al 1962. George e Harold, attori di vaudeville che vivono in Australia, vengono ingaggiati dal principe Klen Arok per per ripescare un tesoro affondato al largo dell’isola di Bali. Giunti a destinazione, dopo una serie di contrattempi, George e Harold apprendono dalla principessa Lalah, vera proprietaria del tesoro, che l’impresa è assai rischiosa. I due si innamorano dellla principessa, che è più incline a George, ancge se Harold… Moderatamente divertente. Gli episodi precedenti, però, erano decisamente migliori. Una carrellata di guest star da brivido. (andrea tagliacozzo)