Un marziano sulla terra

Kreton, simpatico ma strambo marziano, scende sulla Terra a bordo di un disco volante. Ospitato da un giornalista della televisione che ha sempre negato l’esistenza dei marziani, l’extraterrestre s’innamora della giovane figlia di questi, già fidanzata a un poderoso energumeno. Prevedibile commediola che funziona solo a tratti grazie alla verve di Jerry Lewis. La sceneggiatura porta la firma dello scrittore americano Gore Vidal.
(andrea tagliacozzo)

Papà gambalunga

Jervis, miliardario americano di New York, adotta in incognito Julie, una diciottenne orfana francese, che grazie al suo interessamento può frequentare una prestigiosa scuola del Massachusetts. La ragazza e il suo benefattore s’incontrano a una festa, durante la quale scoprono d’amarsi. Ottime le parti musicali. Un po’ meno le parentesi sentimentali. La stessa storia aveva già avuto tre diverse versioni cinematografiche (la più celebre delle quali, nel ’35, con il titolo
Riccioli d’oro
).
(andrea tagliacozzo)

Il gioco dell’amore

Un ricco possidente vorrebbe aggiungere ai suoi poderi la fattoria di proprietà di un pacifico contadino e della sua numerosa famiglia. Avendo saputo che questi non ha mai pagato la tassa sul reddito, l’uomo avverte il governo che, prontamente, manda un suo incaricato per le verifiche del caso. Secondo film della Reynolds agli ordini del regista George Marshall, una commedia senza troppe sorprese, ma gradevole e ben confezionata.
(andrea tagliacozzo)