La legge del desiderio

Un regista gay ha una relazione con un ragazzo. Contemporaneamente conosce e s’innamora di un altro giovane, un attore, possessivo e geloso. Questi, venuto a sapere del rivale, lo uccide. Un folgorante e originale melodramma intriso di humour nero; uno dei film che hanno contribuito alla nascita del «mito Almodóvar», esploso definitivamente nell’88 con Donne sull’orlo di una crisi di nervi . (andrea tagliacozzo)

Gandhi

Ampia narrazione della vita e dell’era di Mohandas K. Gandhi, dagli esordi come semplice avvocato fino a divenire il leader di una nazione e un simbolo di pace e comprensione per il mondo intero. La narrazione ad arte è perfetta, nella migliore tradizione dell’epopea hollywoodiana, ma la seconda metà del film non è avvincente quanto la prima. Kinsley è indimenticabile nel ruolo principale. Vinse otto Oscar fra cui quello per il miglior film, miglior attore protagonista, per la regia e la sceneggiatura (di John Briley). Fate caso a Daniel Day-Lewis nei panni di uno dei tre giovani che avvicinano Gandhi per strada.