The adjuster

Audace, provocatoria disamina sul voyeurismo e il potere delle immagini. Tra i personaggi c’è un liquidatore assicurativo (Koteas) che gioca a nascondino con le vite di quelli con cui ha che fare sul lavoro e di sua moglie (Khanjian), un censore che riprende di nascosto il materiale pornografico che sta classificando. Panavision.

Clean

Trascurabile resoconto della vita d’inferno di Cheung, moglie di un musicista rock di secondo piano, dopo che questi muore di overdose. Lei stessa tossicodipendente, cerca di rimettere in sesto la propria vita. È difficile emozionarsi di fronte a un personaggio così inverosimile, sebbene la storia si faccia più coinvolgente man mano che prosegue. Nolte è la cosa migliore del film, offrendoci una performance toccante nel ruolo del padre affranto del musicista morto. Scritto dal regista. Super 35.

Exotica

I destini di cinque individui diversissimi tra loro si intrecciano in uno strip-club chiamato “Exotica”. Solo alla fine si viene a sapere come due dei personaggi principali sono finiti l’uno nella vita dell’altra. Intrigante, come tutte le opere di Egoyan, ma non del tutto appagante. Vincitore del Genie Award come miglior film canadese nel 1994.

eXistenZ

Una pellicola assurda, ambientata in un prossimo futuro: una creatrice di giochi virtuali si trova intrappolata in una delle sue stesse invenzioni con un uomo che dovrebbe proteggerla. A un certo punto, i due si chiedono come fare per uscire dal gioco, ma per lo spettatore è molto più semplice uscire dal film. Cronenberg è anche co-sceneggiatore di questa stupida macchinazione.