The Good Girl

Una donna trentenne che avverte che la propria vita è a un punto morto si lascia intrigare da un ventenne solitario e finisce per mettere a rischio il proprio matrimonio. Uno dei rari film che riescono nella transizione da commedia a toccante dramma, con un epilogo che quasi spezza il cuore — grazie a un buono script e alla stupenda recitazione degli attori protagonisti. Sceneggiatura di White, presente nel film nel ruolo di una guardia di sicurezza.

Nudi in paradiso

Un’insegnante (Warren) si lascia trascinare dalle amiche in un locale di strip maschile, dove l’attrazione principale è uno studente (Atkins) che lei sta per bocciare. Questo insolito dramma sentimentale scritto da Joan Tewkesbury aveva buone possibilità, ma molte pare siano rimaste sul pavimento della sala di montaggio (si noti la breve durata). Vale comunque una sbirciatina per la bella interpretazione della Warren.

Il testimone più pazzo del mondo

Un agente dell’FBI riceve l’incarico di proteggere un gangster italoamericano, testimone chiave di un processo, che ha cambiato nome e si è trasferito in un’altra città. Il criminale, avendo un carattere estroso e imprevedibile, finisce per stravolgere la vita del povero poliziotto. Una divertente commediola diretta con mano sicura dall’esperto Herbert Ross. Incontenibile, come al solito, Steve Martin. La sceneggiatura del film porta la forma di Nora Ephron, già autrice del copione di
Harry, ti presento Sally
e, tre anni più tardi, regista del fortunato
Insonnia d’amore
.
(andrea tagliacozzo)

American Pie: il matrimonio

Biggs e la Hannigan preparano le nozze, ma in questo secondo sequel la serie di American Pie inizia a mostrare un po’ la corda… specialmente quando ci viene propinato l’insopportabile Stifler (Scott). Qualche scena divertente c’è, ma le gag sono costruite in maniera grossolana. Sembra che i realizzatori vogliano solo vedere fino a quali limiti possono spingere i loro tentativi di far ridere. Super 35.