Il giustiziere della notte 3

Paul Kerey, riposta la sua pistola e smessi i panni dell’implacabile giustiziere, si trasferisce a New York. Quando il suo amico Charlie viene ucciso da tre teppisti, Paul, ritrovatosi casualmente sulla scena del delitto, è ingiustamente arrestato. Per uscire di prigione, accetta di ripulire dai criminali il quartiere di Belmont. I due precedenti episodi, in confronto a questo inutile e noioso seguito, sembrano un fulgido esempio di finezza cinematografica. (andrea tagliacozzo)

Scanners 2 – Il nuovo ordine

Un dispotico agente di polizia cospira con degli scienziati per catturare gli “scanner” (persone con forti capacità extrasensoriali), ma nascono dei problemi quando se ne trovano di fronte uno con dei principi morali. Non male per quello che è. David Cronenberg non ha nessun legame con questo sequel del suo film del 1981.

La signora a 40 carati

In Grecia, Ann Stanley, piacente signora americana di mezza età, ha un’avventura sentimentale con Peter, un ragazzo poco più che ventenne. I due si rincontrano casualmente a New York. Il giovane, sinceramente innamorato, le chiede di sposarlo, ma la donna, preoccupata per la differenza di età, esita prima di accettare. Il film è tratto da una commedia di Broadway, a sua volta ispirata una farsa francese. Il risultato, ottimo in teatro, sullo schermo inevitabilmente ne risente.
(andrea tagliacozzo)