Valanga

In una località di montagna, un imprenditore opera un selvaggio disboscamento per costruire un grande albergo provvisto di un moderno impianto sciistico. L’intera zona, però, rimane indifesa dal pericolo delle valanghe di neve. Un aereo, precipitando a ridosso della montagna, scatena una valanga di enormi proporzioni. Prodotta da Roger Corman, la pellicola segue senza troppa fantasia (e con mezzi tecnici piuttosto esigui) il filone, all’epoca ormai già esaurito, dei film catastrofici. (andrea tagliacozzo)

Gioventù bruciata

Jim, giovane nevrotico con seri problemi familiari, prova un forte interesse per Judy, sua compagna di scuola. La giovane, inizialmente diffidente, finisce per ricambiare i suoi sentimenti. Il ragazzo di quest’ultima, a capo di una banda di teppisti, sfida Jim a una gara automobilistica estremamente pericolosa. Un film che sconvolse un’intera generazione (e non solo) identificatasi nel disperato (e forse inutile) tentativo di ribellione di James Dean e dei suoi compagni. Nicholas Ray riesce ad analizzare la travagliata psicologia dei giovani protagonisti senza cadere in stereotipi o banalità. Notevole anche la sua incredibile padronanza espressiva del mezzo cinematografico, poco apprezzabile nel formato Pan and Scan con cui il film viene spesso trasmesso in televisione.
(andrea tagliacozzo)