Complesso di colpa

La moglie e la figlia di un industriale vengono rapite. Questi, sebbene minacciato dai sequestratori, avverte la polizia, provocando involontariamente la morte delle due. Anni dopo, a Firenze, l’uomo incontra una restauratrice che sembra il ritratto vivente della defunta consorte. Brian De Palma rende omaggio a Hitchcock con un film che ricorda molto da vicino l’intreccio de La donna che visse due volte . Esecuzione raffinata, idee intriganti, ma come al solito il regista si perde nel debordante finale. Gran cinema, comunque. John Lithgow tornerà a lavorare con De Palma nel ’92 in Doppia personalità . (andrea tagliacozzo)