La gioia della vita

Questo remake musical di Strettamente confidenziale lo ricalca così da vicino che è stato incluso del materiale d’archivio dal film del 1934 con alcuni degli attori nei loro ruoli originari. Il personaggio di Crosby è il proprietario di un cavallino da corsa che deve ancora emergere. Niente di che le canzoni, il tocco di Capra rende questo film un intrattenimento piacevole anche se non memorabile. Oliver Hardy è uno spasso in una rara apparizione da solo. Joe Frisco compare nel ruolo di se stesso.

Le campane di Santa Maria

Nel 1944, il regista McCarey e Bing Crosby avevano riscosso un grande successo con
La mia via,
film vincitore di sei premi Oscar (compresi quelli per la regia e per il miglior attore). Un anno dopo, Crosby torna a indossare i panni di Padre O’Malley, stavolta impegnato a convincere un milionario a donare un grande edificio per la costruzione di una nuova scuola. Il film, infarcito fino all’inverosimile di buoni sentimenti, è inferiore al pur sopravvalutato predecessore. Sei nomination agli Oscar.
(andrea tagliacozzo)

Il valzer dell’imperatore

Musical stravagante ma fiacco, ambientato nell’Austria di Francesco Giuseppe, con Crosby venditore di giradischi alla famiglia reale. Materiale esageratamente sentimentale per Wilder (anche sceneggiatore). Girato nel 1946: le montagne del Jasper National Park in Alberta, in Canada, rimpiazzano le Alpi Tirolesi. Due nomination all’Oscar (Costumi e Colonna Sonora).