Un piede nell’inferno

Western ambizioso nelle intenzioni, ma tutto sommato di modesta fattura. Addolorato dalla perdita della moglie, un uomo s’incattivisce e, usurpando con l’assassinio la carica di sceriffo, compie una numerosa serie di misfatti e di vendette personali. Tra gli sceneggiatori figura il nome di Aaron Spelling, in seguito produttore di numerosi serial di successo come
Love Boat, Charlie’s Angels
e
Dynasty
.
(andrea tagliacozzo)

Bravados

Un ranchero, al quale quattro banditi hanno violentato e ucciso la moglie, crede di riconoscere i responsabili in quattro condannati a morte che, poche ore prima della loro esecuzione, riescono a evadere. L’uomo si lancia all’inseguimento dei fuorilegge, deciso a ucciderli uno ad uno. Un western di discreta fattura che riflette abbastanza efficacemente sull’inutilità della vendetta.
(andrea tagliacozzo)

Lo squalo 2

La piccola cittadina balneare di Amity torna a essere minacciato da un enorme squalo bianco. Come era accaduto in precedenza, lo sceriffo Brody è costretto a scontrarsi con le autorità locali per far chiudere le spiagge. Blando sequel del clamoroso hit del 1975. Tranne Steven Spielberg, il cast tecnico e artistico è quasi lo stesso del primo film. Compreso l’autore delle musiche, John Williams, che con il precedente episodio aveva vinto l’Oscar.
(andrea tagliacozzo)

I peccatori di Peyton

Dal celebre romanzo di Grace Metalious, un ritratto al vetriolo di una cittadina di provincia americana. A Peyton Place, nel New England, un uomo arriva con la speranza di diventare il preside della locale scuola. Grazie all’interessamento della moglie di uno stimato avvocato, l’uomo riesce nel suo intento. Grande successo dell’epoca, oggi il film, sebbene indubbiamente ben fatto, appare piuttosto datato. Scontata la realizzazione di un sequel, girato quattro anni più tardi e intitolato
Ritorno a Peyton Place
.
(andrea tagliacozzo)