Agente 007 – La spia che mi amava

Due sommergibili nucleari, uno russo e l’altro americano, spariscono improvvisamente. Il caso viene affidato all’agente 007 che, per l’occasione, si trova a collaborare con un’affascinante collega del KGB sovietico, Anya Armasova. Uno dei migliori film della serie, divertente e inventivo, con una splendida colonna sonora (candidata all’Oscar) di Marvin Hamlisch. Roger Moore, per la terza volta nel ruolo di James Bond, non fa assolutamente rimpiangere il pur bravo Sean Connery.
(andrea tagliacozzo)

Il cavernicolo

In piena età della pietra, un cavernicolo, mingherlino ma sveglio, contende le grazie di una procace femmina a un gigantesco e malintenzionato capotribù. Commedia pazza e surreale, decisamente sgangherata, ma resa divertente da alcune gag azzeccate e dalla partecipazione di Ringo Starr, ex batterista dei Beatles. Al suo fianco la moglie Barbara Bach e un Dennis Quaid ancora poco noto.
(andrea tagliacozzo)

Il cittadino si ribella

Durante una rapina in banca, uno stimato professionista viene preso in ostaggio dai banditi, pestato a sangue e abbandonato in un’auto. Poiché la polizia non sembra disposto ad aiutarlo, l’uomo decide di farsi giustizia da sé. Grande successo dell’epoca, un poliziottesco di grande efficacia spettacolare, ambiguo nei temi che propone, ma estremamente ben diretto. Secondo film del regista Castellari con Franco Nero – il primo, l’anno precedente, era stato
La polizia incrimina, la legge assolve
– al quale farà seguito l’anno successivo il western
Cipolla Colt
. I due nel ’76 realizzeranno il loro capolavoro,
Keoma
.
(andrea tagliacozzo)