Strade di fuoco

Una rockstar viene rapita da sadici motociclisti e il suo arrabbiato ex fidanzato decide di riprenderla, a caro prezzo. Questa “favola rock” è in realtà un B-movie da anni Cinquanta aggiornato con una incalzante colonna sonora rock (principalmente di Ry Cooder), moderni effetti visivi e il rifiuto di prendersi troppo sul serio. Sfortunatamente, verso il climax lo sfarzo se ne va e rimane solo la storia, che non riesce a traghettare il film verso una conclusione soddisfacente. Eccezionale la fotografia di Andrew Laszlo.