Solstizio d’estate

Hanoi, oggi: tre sorelle preparano un banchetto celebrativo in memoria dei genitori, entrambi morti. A dispetto dell’ambientazione cechoviana, si tratta di un poema dai toni sensuali e dal tracciato simbolico, firmato dallo stesso regista di Il profumo della papaya verde. Il direttore della fotografia Mark Lee Ping-Bin riprende con radioso fervore. Il film è spesso esaltante, ma ha comunque un ritmo molto lento.