Soldato americano, Il

Fassbinder sacrifica il realismo sull’altare dell’atmosfera, in questo noir che racconta la storia di un reduce del Vietnam (Scheydt) che diventa un killer a pagamento. Più che un omaggio alla tradizione dei gangster movie americani o una riflessione sulla guerra del Vietnam, si tratta dell’analisi di una personalità. Pieno di giochi linguistici e riferimenti assurdi (come la prostituta Rosa von Praunheim). Fassbinder è anche sceneggiatore.