Q

Quei bravi ragazzi

Un ragazzo cresce in un quartiere italo-americano di Brooklyn e sogna di entrare a far parte della mafia. Seducente sguardo sul fascino — e sulla realtà — della vita giorno per giorno in una famiglia mafiosa, basato sulle esperienze di Henry Hill (Liotta), che finì nel programma federale di protezione dei pentiti. La violenza è (necessariamente) brutale e straziante, come il film stesso a volte, ma è realizzato brillantemente da Scorsese e dal direttore della fotografia Michael Ballhaus. La critica principale: troppo lungo. La Bracco e Pesci (premiato con l’Oscar) si distinguono all’interno di un cast d’eccezione; è la madre di Scorsese a interpretare la madre di Pesci. Sceneggiatura del regista e di Nicholas Pileggi, tratta dal libro Il delitto paga bene di quest’ultimo.

Scroll Up