Hellbound: Hellraiser II — Prigionieri dell’inferno

Questo sequel confuso e tedioso comincia dove finiva l’originale: la giovane protagonista va letteralmente all’inferno nel tentativo di salvare lo sventurato padre, ma si ritroverà di fronte la rediviva matrigna e uno psichiatra con l’ossessione dell’occulto. L’inferno, purtroppo, si rivela un labirinto puzzolente e noioso. Altrettanto truculento di Hellraiser — Non ci sono limiti (attenzione: non è il sequel di Hellbound — All’inferno e ritorno), ma mai altrettanto stimolante. Seguito da Hellraiser III.