Gummo

Atroce debutto registico da ottenebramento mentale, senza trama né idee, di Harmony Korine (il 23enne sceneggiatore di Kids) su una cerchia di patetici, poveri rifiuti umani bianchi in una cittadina dell’Ohio. Vorrebbe essere scioccante e oltraggioso — due dei personaggi uccidono dei gatti e ne vendono i cadaveri al supermercato — ma riesce davvero solo ad essere ritrito, con scene che vanno avanti… e avanti ancora senza motivo.