Gay Desperado, The

Carrillo, un allegro “bandido” messicano e i suoi uomini (che hanno imparato a fare i duri dai film di gangster di serie B) reclutano contro la sua volontà un cantante (Martini), per poi rapire la Lupino e il suo tanto ricco quanto svampito fidanzato. Stupido e strampalato, davvero insostenibile.