Cadaveri eccellenti

Indagando sull’omicidio di alti magistrati l’ispettore Rogas (Ventura) segue una pista che lo porta fino nella capitale, dove emergono ipotesi inquietanti di un complotto eversivo. Verrà ucciso nel tentativo di rivelare il piano e passerà per un mitomane, anche se qualcuno conosce la verità, troppo scomoda per tutti. Tratto dal romanzo di Sciascia Il contesto, l’opera di forte denuncia presenta quello scenario che conosciamo come “strategia della tensione”, anche se il risultato manca in parte di efficacia. La sceneggiatura è dello stesso Rosi assieme a Tonino Guerra e Lino Jannuzzi, le scenografie hanno visto la partecipazione di Renato Guttuso, Mario Schifano e Vittorio Ceroli.