A

Altra vita, Un’

Saverio (Orlando) è un dentista che, benché ancora giovane, vive separato dalla moglie, in uno stato di perenne svogliatezza. La sua esistenza è sconvolta dall’irrompere della bella e misteriosa Alia (Biedrzynska), una ragazza slava che lo prega di curargli un dente dolorante, salvo poi sparire senza pagare. Ma la giovane tornerà e tra i due nascerà un sentimento. Dopo l’ennesima sparizione, Saverio si mette sulle tracce della donna, facendo così la conoscenza di Mauro (Amendola). Questi lo introduce in un giro poco raccomandabile. Quando finalmente il dentista ritrova la sua bella, dovrà vedersela con Mauro, che si rivela uno sfruttatore. Ben girato, soprattutto negli esterni in notturna, il terzo lungometraggio di Mazzacurati denuncia un che di incompiuto, ma regge comunque bene fino in fondo. L’interpretazione di Amendola gli fruttò un David di Donatello come miglior attore non protagonista.

Scroll Up