Vincitori e vinti

Ricostruzione del processo di Norimberga che nel 1948 vide imputati i criminali di guerra nazisti. Alla sbarra, davanti a tre americani guidati dal giudice Dan Haywood (Tracy), tre criminali nazisti e un quarto (lancaster) anti Hitler e contro il nazismo. L’impostazione quasi teatrale (il film si svolge quasi interamente in un’aula di tribunale con i testimoni che si avvicendano a raccontare le loro storie) non toglie forza narrativa alla pellicola, interpretata da un magnifico cast d’attori in cui spiccano Spencer Tracy nei panni del giudice Dan Haywood, Montgomery Clift, Marlene Dietrich, Judy Garland e Maximilian Schell, premiato con l’Oscar come migliore attore per la sua interpretazione dello scaltro avvocato della difesa. Ottima anche la sceneggiatura di ferro di Abby Mann, anche a lui vincitore di una statuetta.
(andrea tagliacozzo)

Teresa

Ambizioso ma lento dramma psicologico su un giovane sensibile (Ericson), figlio di una donna infernale, che incontra e sposa una giovane e dolce italiana (Pierangeli) mentre combatte in Italia durante la seconda guerra mondiale. Steiger, al suo esordio cinematografico, interpreta uno psichiatra. Si intravede Lee Marvin, soldato a bordo della nave che torna negli Stati Uniti.