W

Whatever

Sensibile, a tratti fastidioso ritratto di una ragazza (Weil) che raggiunge la maggiore età nel 1981 e ha a che fare con sesso, droghe e con il suo sfrenato amico (Morgan). Sembra quasi un racconto di Joyce Carol Oates, e vanta un’incredibile performance della Weil. Scritto dalla regista. Buona la colonna sonora del periodo, con Iggy Pop, Blondie, Ramones e Pretenders.

Scroll Up