Viaggio all’inizio del mondo

Un “road movie” toccante e riflessivo, girato dall’allora quasi novantenne de Oliveira: la storia di un vecchio regista chiamato Manoel (Mastroianni, nella sua ultima interpretazione per il cinema) che guarda indietro alla propria vita mentre visita alcuni luoghi del suo passato in compagnia di alcuni colleghi. Carico di introspezioni sulla vita e sul ricordo, sulle donne e sull’attrazione sessuale, sul peccare e sul confessare i peccati, sullo scorrere del tempo.