Louise-Michel

Una fabbrica nella regione francese della Picardia. Pochi mesi dopo una riduzione del personale, le operaie sono in allarme. Quel giorno, il direttore le convoca per una piccola sorpresa, un regalino con ricamato sopra il nome di ciascuna. Un dono che tranquillizza gli animi. Torna la speranza. Rientrando a casa, una decina di lavoratrici celebra l’avvenimento al caffè all’angolo. La mattina seguente, la costernazione: macchinari, uffici, tutto è stato sgombrato durante la notte. La direzione è scomparsa, con la complicità di una repentina nuova gestione. Disillusione totale.

Le operaie sono radunate nello stesso caffè del giorno prima: la rappresentante sindacale annuncia la cifra che spetta a ciascuna, 2000 euro contro i quarant’anni passati a lavorare nella fabbrica. Scandalizzate ma realiste, decidono di mettere insieme tutto il denaro per finanziare un progetto di reimpiego. Vengono prese in considerazione diverse idee: creare una nuova società, rilevare un’altra fabbrica…ma nulla riesce a suscitare il loro entusiasmo. Louise, la più scatenata, prende la parola. Ha un’idea che funzionerà e che si possono permettere: assumere un sicario per uccidere il capo! Consenso unanime. Spetta a lei trovare il sicario. Sceglierà l’assassino più patetico della sua generazione: Michel. Insieme troveranno quel mascalzone del capo. Il loro viaggio li porterà da Amiens a Bruxelles, per finire in un lontanissimo paradiso fiscale.

 

Il favoloso mondo di Amélie

Il favoloso mondo di Amélie

mame cinema IL FAVOLOSO MONDO DI AMÉLIE - STASERA IN TV bar
Audrey Tautou è Amélie Poulain

Una giovane cameriera che lavora a Montmartre, Amélie Poulain, è la protagonista de Il favoloso mondo di Amélie. La interpreta Audrey Tautou, nota attrice francese. La vita della ragazza trascorre senza particolari emozioni o avventure, finché, nel giorno della morte di Lady Diana, trova per caso una scatoletta nascosta dietro una piastrella, nel suo appartamento. All’interno trova giocattoli e altri oggetti, probabilmente appartenuti a un bambino che viveva lì tempo prima. Di conseguenza, Amélie decide di cercare il proprietario della scatola, scatenando una serie di eventi che daranno una svolta alla sua vita.

Produzione

mame cinema IL FAVOLOSO MONDO DI AMÉLIE - STASERA IN TV café
Il Café des 2 Moulins

Il regista Jean-Pierre Jeunet non ha solo diretto Il favoloso mondo di Amélie: lo ha anche ideato e scritto. Innanzitutto, però, Jeunet intendeva affidare il ruolo della protagonista all’attrice inglese Emily Watson. Nello script originario, infatti, la cameriera era una ragazza inglese, non francese. Tuttavia, la Watson trovò difficile recitare in francese, perciò il ruolo passò ad Audrey Tautou.

Le scene d’interni sono state girate ai Coloneum Studio di Colonia, Germania. Quelle in esterno, invece, sono state girate quasi tutte a Parigi. C’è solo un’eccezione: le sequenze ambientate nella casa del padre di Amélie hanno come location Eaubonne, un paese a pochi chilometri dalla capitale francese. Le stazioni ferroviarie che si vedono nel film sono: Gare de Paris Nord, Gare de Paris Est e Gare de Paris Lyon.

Inoltre, il Café des 2 Moulin, il locale dove lavora Amélie, esiste davvero. Di conseguenza, è stato scelto per le riprese del film. Dopo l’uscita della pellicola nelle sale cinematografiche, il Café des 2 Moulins è diventato una delle mete parigine più visitate e frequentate.

Un grande successo

Il favoloso mondo di Amélie uscì nei cinema in Francia il 25 aprile 2001 e fu subito un grande successo. Oltre 8 milioni di spettatori andarono a vederlo, con un incasso totale superiore ai 40 milioni di euro. In questo mondo, il film riuscì a battere la concorrenza dei kolossal americani e a diventare il più visto dell’anno. Arrivò in Italia il 25 gennaio 2002, con un altro grande e clamoroso successo.

La rivista cinematografica Empire ha messo Il favoloso mondo di Amélie al secondo posto nella classifica The 100 Best Film Of World Cinema, cioè una classifica dei migliori film del mondo in lingua non inglese. Un capolavoro, dunque, tutto europeo.