District 9

Più di vent’anni fa, gli alieni hanno preso contatto con la Terra. Gli umani si aspettavano un attacco ostile o dei progressi enormi in campo tecnologico, ma nulla di questo è avvenuto, perché gli alieni erano dei profughi scappati dal loro pianeta natale. Queste creature sono state collocate in una patria provvisoria nel District 9 in Sudafrica, mentre le nazioni mondiali discutevano sul da farsi. Ora, la pazienza nei confronti della situazione aliena è terminata. Il controllo sugli alieni è stato affidato in gestione alla Multi-National United (MNU), una società privata che non ha alcun interesse verso il benessere degli alieni. Prodotto da Peter Jackson, un originale film di fantascienza distopica dagli scoperti sottotesti politici contro le discriminazioni. Scritto dall’esordiente regista, affianca a una prima parte straordinaria, in cui la storia viene raccontata in forma di mockumentary satirico, una seconda più scontata e spettacolare. Ottimi gli effetti speciali, ben bilanciati tra digitale e artigianato a medio costo. Già cult.

Fear X

La guardia giurata Turturro è curioso di scoprire chi ha ucciso sua moglie e perché. Lento e opaco esercizio sulla vacuità del cinema (oh, scusate, della vita… no, del cinema… della vita… arggghhh!). Il tipo di film in cui lo spettatore passa più tempo a chiedersi in che mercatino lo scenografo ha trovato la lampada che a preoccuparsi della storia dei personaggi. Widescreen.