I segreti di Filadelfia

Desideroso di fare rapidamente carriera per imporsi nell’alta società, un giovane avvocato sacrifica i princìpi dell’etica professionale per adeguarsi alla corruzione e all’ipocrisia che regna nel suo ambiente. Divenuto celebre, però, l’uomo non esita a difendere un amico ingiustamente accusato d’omicidio. Un melodramma solido nell’intelaiatura, ma proprio per questo anche scontato, malgrado la buona regia di Vincent Sherman e l’ottima interpretazione di Paul Newman.
(andrea tagliacozzo)

La signora Skeffington

Nel 1914, per salvare la famiglia da un terribile dissesto finanziario, una donna bella e corteggiata si sposa, pur non amandolo, con un ricco banchiere. Questi invece, essendo d’indola buona, adora la moglie e ne sopporta ogni capriccio. Felice adattamento cinematografico del romanzo di Elizabeth von Arnim, sceneggiato da Philip e Julius J. Epstein. Gli ottimi Bette Davis e Claude Rains, entrambi candidati agli Oscar 1944, non riuscirono a portarsi a casa l’ambita statuetta.
(andrea tagliacozzo)

Le avventure di Don Giovanni

Lo spagnolo Don Giovanni, noto in tutta Europa per le sue avventure galanti e per l’abilità di spadaccino, deve lasciare l’Inghilterra a causa di un ennesimo intrigo amoroso. Tornato in patria, il nostro eroe mette la sua spada al servizio della regina. Divertente film d’avventura cucito su misura per Errol Flynn che, inutile dirlo, si ritrova alla perfezione nel ruolo. Gli splendidi costumi, creati da Leah Rhodes, Travilla e Marjorie Best, vinsero l’Oscar 1949.
(andrea tagliacozzo)

Lo sceriffo in gonnella

La giovane vedova Lou Rogers, trasferitasi in un paesino dell’Arizona, conquista la fiducia dei suoi nuovi concittadini affrontando e uccidendo un rapinatore. Nominata sceriffo, la donna deve vedersela con l’ex tutore della legge che, alla testa di una banda di delinquenti, mette a soqquadro il paese. Commediola western senza tante pretese che si regge unicamente sulla simpatia di Debbie Reynolds.
(andrea tagliacozzo)